La cripta di Bremen – III episodio 1

Continua dalla fine del secondo episodio

Nella miniera, dopo un po’, i ragazzi sono preoccupati. Chiedono a Giovello chiarimenti ma lui non risponde perché non conosce la realtà di quello che sta per accadere.

–  Giovello, credo che tu sai molto di più di quello che ci hai detto. – così lo affronta Venerella.

Anche Lunaria chiede spiegazioni: – Non capisco perché non ci dici la verità. Se non parli io propongo di andare via. Perché siamo qui? Tu lo sai sicuramente.

Domenico è l’unico tranquillo e cerca di calmare gli altri: – Ragazze ma perché non credete Giovello? Anche lui ha ricevuto il baule, come noi.

Mercuria dice:–  Cosa c’è nel sacco? Perché non l’apriamo?

A questo punto Giovello interviene: – Posso dirvi solo due cose che conosco: la prima è pericoloso aprire il sacco; la seconda che dobbiamo aspettare che arriva dalla Germania una persona che chiarirà tutto. Non so altro. – poi risponde a Lunaria – Perché andare via? Arrivati a questo punto è meglio conoscere la verità. Non ti pare?

– Va bene. Ma sono disposta ad aspettare solo fino a oggi pomeriggio. – risponde Lunaria.

Martedio si rivolge a Lunaria: – Peccato che ho lasciato la moto alla pensione. Sono con te. Quando vuoi andiamo via a piedi a prendere la moto.

Immagine 1

Il rumore di un auto fa uscire fuori i ragazzi. È una spider rossa, alla guida c’è un donna. Giovello esclama: – Ecco, credo che l’attesa sia finita.

La giovane donna scende dall’auto e sorridendo dice: – Esatto. Buongiorno ragazzi. Tu devi essere Giovello.

Mercuria riconosce Angelika: – Ciao Angela. – ma non dice altro perché, solo con uno sguardo, lei le annebbia la mente.

Immagine 2

Giovello interviene: Buongiorno Angela. Lei è amica di Mercuria?

– Sì. Ma ora entriamo nella miniera, non abbiamo molto tempo.

La bella presenza della donna, l’amicizia con Mercuria hanno tranquillizzato i ragazzi. Uno alla volta si presentano e stringono la mano ad Angelika che adopera il contatto per infondere una leggera incoscienza a tutti.

Immagine 3

Appena dentro la miniera, Angelika con voce suadente ordina: – Prendete il proprio sacco e sciogliete il nastro che lo tiene chiuso. Giratevi dando le spalle al sacco e il vostro destino si compirà.

Tutti obbediscono. I demoni usciti dal sacco prendono possesso dei sei corpi

Immagine 4

In silenzio, in quanto le menti dei demoni sono tutte collegate tra loro, Angelika e Venerella prendono posto nello spider, gli altri salgono sul furgone di Giovello.

Immagine 5

La prima destinazione è la locanda. Giulia e Giulio accolgono con allegria il ritorno. Sono solo un po’ curiosi dall’abbigliamento: sono tutti in tuta, tranne la giovane donna.

– Siete sportivi? Potevate avvisarci che avevate un impegno. – dice Giulia.

Giulio aggiunge: – Stamattina sono andato a parlare con il maresciallo dei carabinieri. Ora gli telefono che è tutto a posto. Bentornati.

– Non occorre l’abbiamo già avvisato noi. – interviene Angelika e aggiunge. – Siamo affamati. Preparateci un bel pranzetto.

– Ma lei è un nuova cliente? – dice Giulia

– Sì. Ecco i miei documenti. – Angelika porge il passaporto.

Immagine 6

Considerando che sono un gruppo, i fratelli locandieri decidono di unire più tavolini. Domenico, anche se demone, è ancora interessato a Giulia e l’aiuta a preparare la tavolata.

Immagine 7

fffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffff

Questa voce è stata pubblicata in Racconti illustrati e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.