LAfa 38 – Il maneggio

ILfi ha saputo della presenza di un maneggio a pochi chilometri. Lo riferisce alla sorella e agli amici con i quali convive.

LAfi: – Che notizia? Sono anni che ne cercavo uno per riprendere la poca esperienza fatta da bambina.

Francy: – A me i cavalli piacciono molto, ma non li ho mai visto da vicino.

Gemi: – Perché non andiamo ora.

ILfi: – Buona idea. Io sono d’accordo.

LAfi: – Se torniamo presto, vengo anch’io. Nel primo pomeriggio ho un incontro di lavoro.

Gemi: – Anch’io sono impegnato di pomeriggio. Faremo una visita veloce.

Francy: – Se ci date un passaggio, veniamo con piacere. Abbiamo l’auto dal carrozziere. Gemi si diverte ad avere incidenti, per fortuna non gravi.

ILfi: – La mia piccola, purtroppo, auto è tutta per voi. Mia sorella sicuramente verrà in moto.

LAfi: Certo che vengo con la moto. Gemi Posso darti un passaggio al ritorno se loro rimangono.

ILfi: – Torneremo tutti presto. Perché non telefoni alle nostre amiche?

LAfi: – Hai ragione, le telefono subito. Loro lavorano sempre con il turno di pomeriggio.

Quando giungono al maneggio

ILfi: – Elisa? Spero che sia giovane.

LAfi: – Sempre il solito: Tutte battute e solo … fumo.

Francy: – Poverino. Ci sono sempre io a consolarlo.

Gemi: – Altro che poverino? Lo vedo sempre contento e ottimista.

LAfi: – Basta con le chiacchiere. Entriamo.

I ragazzi sono accolti proprio da Elisa.

Gemi Sottovoce al ILfi: – Caspita che ragazza?

Elisa: – Venite vi faccio visitare il posto e farvi vedere i cavalli come sono bravi.

Gemi e ILfi seguono le ragazze.

Gemi: Ma mi sembra di aver capito che tua sorella abbia, da bambina, frequentato un maneggio. Lo hai frequentato anche tu?

ILfi non risponde. Gemi Lo spinge con il braccio e dice: – Ma che fai? Non senti?

ILfi: – Ho sentito che parlavi, ma non ho capito niente.

Gemi: – Distrattone … Altra novità. Cosa pensavi?

ILfi: – Niente. Pensavo al maneggio di Elisa?

Gemi: Ma è un doppio senso?

ILfi: – No. È un senso unico.

Gemi: – Ho capito. Attento che potrebbe essere un senso vietato.

La visita è molto interessante.

Elisa come istruttrice dei cavalli è molto brava.

LAfi: – Che cavalli favolosi.

Francy: – Favolosa anche Elisa.

Gemi: – Brava e bella.

Ilfi non risponde. È concentrato sul fisico di Elisa

ILfi: – Questo sì che è proprio uno spettacolo.

Francy: – Questa è una preparazione per cavalli da circo.

LAfi: – Io mi iscrivo stesso oggi a questo Maneggio.

L’intero gruppo dei ragazzi la pensa come LAfi. Si iscriveranno tutti.

Si avvicina al gruppo e si presenta Alberto, un collaboratore di Elisa.

Gemi: –Tra poco credo che dobbiamo andare via. Congratuliamoci con Elisa e avvisiamola della nostra prossima iscrizione.

ILfi: – Io vorrei congratularmi anche personalmente con Elisa.

Mentre i ragazzi si avviano verso l’uscita, ILfi rimane con Elisa e LAfi con Alberto.

LAfi: – Alberto, sei anche tu bravo come Elisa?

Alberto: – Non proprio, Elisa è insuperabile. – poi aggiunge – Penso di averti vista da qualche parte,

LAfi: – Non mi muovo troppo, tranne che per partecipare a mostre varie.

Alberto: – Ecco dove ti ho vista. Alla mostra delle grandi opere. Prima della fine sono andato via e non ho visto la premiazione.

LAfi: – Non hai perso niente … Ho vinto il primo premio.

Alberto: – Caspita. Che brava. Dammi il tuo indirizzo che vengo a trovarti. Non ho mai incontrato un’artista donna.

Gemi, da lontano: – Noi ci avviamo. Tanto con la moto tu ci raggiungi subito.

Alberto: – La moto? Sei proprio una sorpresa continua.

LAfi: – Non esagerare.

Dato l’indirizzo ad Alberto, LAfi lo saluta e si avvia verso l’uscita.

LAfi esce dal maneggio e si allontana con la moto. Prima di salire in auto, ILfi parla sottovoce con Gemi: – Guida tu. Ho una mano che mi brucia e mi fa male.

­Gemi: – Ma cosa hai combinato?

ILfi: – Non ho combinato niente. Ho solo urtato il frustino di Elisa.

Gemi: – Ti avevo detto che era vietato!

ILfi: – Sì. Ti ringrazio. Ma non mi avevi detto che era … Pericoloso.

ffffffffffffffffffffffffffffffffffffff

Questa voce è stata pubblicata in Fumetti e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.