LAfa 26 La palestra 2

Furio: – Oggi ragazzi la giornata è bella, iniziamo all’aperto. Proviamo un esercizio semplice ma fondamentale per il controllo del vostro corpo: la verticale sulle mani.

ILfi: – Oggi ho portato il tappetino.

Furio: – Bene.

Francy: – La verticale? A testa in giù? Non sono capace. Ho paura.

LAfi: – Appena la provi ti accorgi che è molto facile.

Furio: – Nessun problema. Vi sistemo io in posizione. Chi di voi è già capace di farla?

La Bionda: – Io.

L’amico: – Anch’io.

Mona: – Io ho bisogno di aiuto, ma la so mantenere.

LAfi: – Ma che fai? Non è così che si inizia.

ILfi: – Io comincio così. Voglio tentare ds solo.

Furio: – Brave le due ragazze. La mantengono insieme di spalle.

Francy: – Furio poggiami al ragazzo. Voglio provare anch’io di schiena.

ILfi: – Già miglioro.

LAfi: – Bravo. Tra poco cadi.

L’amico: – Non spingere. Mannaggia cadiamo.

Francy: – Che bello. Sono caduta sul morbido.

Mona: – Non mi lasciare. Cado anch’io.

Gemi: – Dove abiti?

Mina: – Insieme a Mona.

Gemi: – Sei libera stasera?

Mina: – No. Sono sempre occupata.

Furio: –   Passiamo a un esercizio più semplice ma che ha importanza come coordinazione fisica. Il salto della corda, a piedi uniti. Rinforza anche i muscoli della gamba e del braccio. Ecco le corde.

LAfi: – Da bambina, alla scuola elementare ho vinto un premio proprio con il salto della cordicella.

ILfi: – La solita mostra. Io non ho mai saltato la corda. Era un gioco da bambine.

La Bionda: – Ha ragione tua sorella sei proprio negato per le attività fisiche.

ILfi: – Sono bravo solo in una. Quella più importante per noi uomini-

LAfi alla Bionda: – Tocca a te confermare.

La Bionda: – Beh insomma non c’è male.

Francy: – Tocca alle donne far migliorare i propri uomini. Se mi autorizzi posso provare io.

ILfi: – Io proverei con piacere ma non mi è concesso.

Furio da lontano: – Ma per voi è impossibile fare silenzio? Questa è una palestra non un mercato.

Gemi ritenta. Sottovoce: – Allora ci vediamo stasera.

Mina: – Che fantasia. Ma chi te l’ha detto?

Gemi: – Ma dai. Possibile che non hai un’oretta libera?

Mina: – Ti ho già detto che sono occupata.

Gemi: – Sì. Ho capito. Ma posso almeno sperare?

Mina: – Ma sì, spera.

Furio: – Voi che non avete mai saltato la corda, iniziate a fare piccoli saltelli a piedi uniti. Cercando di mantenerli costanti. Potete anche contare 1, 2, 3, 4 ecc, in maniera di saltare sempre allo stesso numero.

fffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffff

Questa voce è stata pubblicata in Fumetti e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...