LAfa 12 – Sulla neve

Immagine 1

– Finalmente sono anni che aspettavo questo momento. La neve mi attende.

 – Potremo divertirci con le palle di neve.

– Ma che dici? Nessuno va in montagna per le palle.

– Ma io non sono mai stata tra la neve e ti riempirò di palle, caro fratello.

– Sempre “cane e gatto” voi due?

Immagine 2

– Ecco il rifugio. Me lo immaginavo più piccolo. È un rifugione.

 Meglio così. Saremo stretti lo stesso.

– Siamo alle solite. Questi due mentono sull’amicizia. Ormai non li credo più.

– Fanno bene. Tu vorresti una dichiarazione pubblica. È vero?

– Pubblica no, ma privata sì.

Immagine 3

 

– Ah! Ecco dove eravate. Andiamo vi stiamo aspettando da mezzora.

– Stiamo provando gli sci.

– Le solite donne … mica sono vestiti!

Immagine 4

 

– Guarda quei due, hanno già imparato a sciare. E vanno anche veloci.

– Sono due pazzi. Finirà male.

– Tra poco impareremo anche noi.

Ma tua sorella è veramente brava, alza anche uno sci dalla neve.

– Brava? Direi incosciente.

Immagine 5

– Hai visto che anche noi stiamo migliorando?

– Ma quei due dove sono? No li vedo.

– Attento, pensa a te e guarda dove metti gli sci.

– Non ti preoccupare. So quello che faccio.

Immagine 6

– Ma che … Aih! Accidenti a te.

– Che botta in testa.

– La caviglia mi fa male. Ma dove guardavi?

– Mi ero girato un momento. È sono scivolato.

– Ma guarda! Sei scivolato? Poverino!

Immagine 7

– Come stai? E mio fratello?

– Poteva andare peggio. Ho solo una contusione alla caviglia ma è ancora sana. Tuo fratello ha preso una botta in fronte … speriamo che gli serva a ragionare meglio.

– Ma cosa è successo? Siete caduti insieme?

– È meglio che non ci penso, altrimenti gli finisco di rompere la testa a quello scombinato di tuo fratello.

– Perché è stato lui?

– Si girava per vedere dove eravate voi, sicuramente voleva far federe i suoi progressi. Quando ha girato la testa indietro, pensava che ci seguivate, ha cambiato direzione e mi è precipitato addosso … l’incosciente.

Immagine 8

– Per il mio caro fratello bisogna invertire parecchi detti: Il primo è “tutto è bene quel che finisce male”

– Antipatica. Se potessi ti ripudierei come sorella.

– Figurati, il piacere sarebbe tutto mio.

– Ora smettetela. Lasciatemi soffrire … in silenzio.

– Ma veramente stai male?

– No, anzi va meglio, posso poggiare a terra il piede. Il dolore è minimo.

– La prossima volta, lo lasciamo sciare da solo.

fffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffff

 

 

 

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Fumetti e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a LAfa 12 – Sulla neve

  1. Pingback: Elenco racconti | disegnare da adulti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...