Il castello – 1 La coppia

Sulla collina il rudere di un antico castello domina il borgo medievale al centro della piccola città. Alcune mura sono state consolidate ma il restauro mai eseguito.

Immagine 1

In un tramonto di primavera, Kalbosca appare evanescente sul rudere. La strega, i cui  poteri si sono potenziati dopo l’aiuto delle forze infernali, viaggia nel tempo e nello spazio per scegliere il luogo dove ubicare il castello maledetto.

Immagine 2

La notte è illuminata dalla luna piena, il barone Astone dall’alto della torre osserva il nuovo paesaggio. Un agglomerato di abitazioni moderne che contrastano, per la loro altezza, con le piccole case dell’antico borgo. La sua eterna punizione lo costringe all’immobilità ma vivo nel marmo. La sofferenza, maggiore di una tortura fisica, è la capacità di vedere nella propria mente tutto ciò che accade nel castello.

Immagine 3

Alle prime luci dell’alba il castello è sparito ma lui sa che solo diventato invisibile. Poco dopo vede una coppia, con abiti strani e molto poco coprenti, che scavalcano le prime pietre dell’antico fossato. L’uomo e la donna, tenendosi per mano, raggiungono un anfratto murario. Si baciano con passione e iniziano a spogliarsi.

Immagine 4

Il barone assiste, suo malgrado, al loro rapporto sessuale. Lui vede ma non può ascoltare il dialogo che si svolge tra i due amanti dopo le effusioni amorose.

– Che destino è il nostro? Amarsi tanto ma in segreto.

– Io vorrei urlare il nostro amore.

– Anch’io ma non possiamo. Forse un giorno quando i nostri figli saranno grandi potremo risolvere la mostra situazione.

Compare davanti ai due la serva padrona che Astone riconosce subito perché ha conservato gli stessi lineamenti di quando era una giovane donna.

Immagine 5

– Urlare il vostro amore. Perché?

Il maschio interviene: – Ma tu chi sei?

– Non ha importanza chi sono. Posso aiutarvi conducendovi in un posto sicuro dove potrete amarvi in libertà.

– Ma dov’è questo posto?

– Non è lontano. Tornate al tramonto e vi condurrò. Ora devo andare.

– Anche noi dobbiamo tornare al lavoro.

Salutata la nuova venuta, la coppia lascia il rudere. È la prima volta che al ritorno del loro incontro non parlano. Non sanno che già sono sotto incantesimo. Torneranno al tramonto, la loro volontà è sottomessa.

Già dai primi raggi del sole calante, il rudere si è trasformato nel castello. Come automi la coppia si presenta alla porta che si apre e, quando entrano, si richiude alle loro spalle.

La serva padrona scende lentamente le scale.

Immagine 6

– Ma è un sogno, Beppe. Dove siamo?

– Non lo so Teresa. Non aver paura, sono con te.

– Ma quella è la donna di stamattina?

– Ma è nuda!

– No, guarda bene. Ha cambiato il vestito, questo è molto chiaro.

– Il vestito? Non lo vedo.

Quando si avvicina lui continua a vederla nuda.

– Seguitemi. – dice lei.

Immagine 7

Beppe non dice nulla ma sente il cuore che batte in gola, vorrebbe avere gli occhi fissi sui capelli e tentare di non guardare i sodi glutei che  ancheggiano nel movimento dei fianchi. La donna ha un fisico travolgente. Anche Teresa tace, affascinata dall’ambiente dei saloni che si succedono nel loro cammino.

All’improvviso si sente presa per mano e la sua mente si astrae felice. Il sogno continua.

Immagine 8

La donna che li precedeva e scomparsa, la mano la conduce in un ambiente diverso, poco illuminato.

– Viene amor mio. Ora giochiamo insieme.

Nella sua mente sente la voce dell’amato non quella del figlio del barone, malato di mente. Incatenata a un tavolaccio, denudata, viene sottoposta a tortura. Candele gocciolanti cera bollente e aghi appuntiti son gli strumenti adoperati sul suo corpo.

Immagine 9

Dopo il “gioco” Teresa viene consegnata al conte vampiro che la violenta e la morde al collo.

Immagine 10

Quando la serva padrona si gira Beppe non può evitare il suo abbraccio voluttuoso. Aiutata dalla contessa, apparsa improvvisamente, lo denuda. Insieme le due donne lo posseggono sul nudo pavimento. Anche lui viene morso dalla contessa assetata di sangue.

Immagine 11

I quotidiani del 30 marzo dell’anno 2000 riportano la seguente notizia.

Notizia

fffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffff

 

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Racconti illustrati e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Il castello – 1 La coppia

  1. Pingback: Elenco racconti | disegnare da adulti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.